Che cosa è la Brasseria…

L’idea che ha generato la Brasseria della Palude è quella di una bottega artigiana, dedita alla riscoperta delle tradizioni, mantenendo il più possibile inalterate ricette ed ingredienti.
Ma non solo, l’intenzione è anche quella di essere sempre alla scoperta di nuove alchimie, mescolando il mescolabile e lasciandosi ispirare dalle risorse a disposizione.
Nel laboratorio della Brasseria si cerca sempre di dare vita a ricette che soddisfino sia la sete fisica che quella di conoscenza!

La seconda domanda che mi sento fare più spesso è: perchè Brasseria della Palude?
Per via del lago Gerundo, lo conoscete?
Era un antico lago che andava da Brembate a Cremona, a cavallo dei letti dei fiumi Adda e Serio e formato dalle loro esondazioni, dal fondale basso e, sopratutto nella parte nord, paludoso… ed è proprio in quelle terre, un tempo sommerse dalle acque, che nasce la Brasseria della Palude.

Bakko

Chi…

Ma chi si nasconde dietro questo progetto?
Io! :p

Tanto tempo fa, in una cucina non troppo lontana, tentai il mio primo esperimento di fermentazione: idromele!
Con poche nozioni e con a disposizione solo del lievito per panificazione, mi convinsi che un tentativo andava fatto…

d’altronde gli antichi i certo non usavano tecnologie raffinate, anzi!
Detto fatto, lo preparai, accuratamente dimenticandolo da qualche parte in un luogo buio, e ritrovandolo tempo dopo con un aspetto non proprio invitante, ma nonostante ciò la curiosità mi spinse ad assaggiare il contenuto…

Benedetta curiosità!

Capii perchè lo chiamavano nettare degli dei, perchè consigliavano una maturazione così lunga, e dopo svariati anni ed esperimenti di vario genere imparai molto altro sulla fermentazione.
Tutto questo mi portò ad approdare al mondo della birra artigianale, dove sperimentando più che posso tra stili, ingredienti, fermentazioni, microrganismi e tecniche produttive, ho da divertirmi parecchio!

Il laboratorio…

Prima o poi.